Se in Asia il bambù è considerato una pianta agricola, perché non potrebbe esserlo anche qui……… e se la vite, dalla lontana Persia, si è ben adattata nelle Langhe, allora perchè non potrebbe riuscirci anche il bambù oggi?

L’Essenza del Bambù è il progetto, nato nel 2011, per la realizzazione dei primi bambuseti in Italia condotti secondo metodi di agricoltura biologica per la produzione di bambù ad uso alimentare e cosmetico.

Il progetto nasce quando Andrea Demagistris e Fabio Chiarla, appassionati di paesaggio e di agricoltura, scoprono che nelle Langhe dei noccioleti e dei vigneti si è insediato un personaggio che ha creato una coltivazione di un centinaio di specie diverse di bambù. Decidono di conoscerlo e, incontrandolo, restano contagiati dalla sua stessa passione, conquistati dalla sua storia e dalla sua profonda esperienza nella coltivazione di queste piante. Thomas Froese è uno dei massimi esperti della coltivazione biologica del bambù in Italia.

Thomas Froese – Vivaio Az. Agr. Thomas Froese

Insieme intuiscono che, unendo le loro diverse competenze, possono conquistare uno spazio per fare impresa. L’idea imprenditoriale legata al loro slogan “Se in Asia il bambù è considerato una pianta agricola, perchè non potrebbe esserlo anche qui e se la vite, dalla lontana Persia, si è ben adattata nelle Langhe, allora perchè non potrebbe riuscirci anche il bambù oggi?” si è classificata al primo posto del concorso nazionale per giovani imprenditori Oscar Green 2012, indetto dalla Coldiretti, nella sezione Ideando.

D: Che cosa coltivate oggi e con quali metodi

R: Abbiamo iniziato coltivando bambù per ricavarne germogli per uso alimentare e foglie per uso cosmetico seguendo il metodo dell’agricoltura biologica. I bambusteti si trovano tra i comuni di Cravanzana e di Roddi, in provincia di Cuneo. Si tratta di coltivazioni a basso impatto ambientale: non è previsto l’uso di fitofarmaci e l’apporto idrico è sostenibile. Il bambù è particolarmente interessante perchè non richiede la grande manutenzione necessaria, per esempio, alle vigne o interventi costanti come nel caso del mais.264497_573442966021651_963493375_n

R: Grazie a una ricerca svolta in collaborazione con l’Università di Napoli, poi, dalle foglie sono stati ricavati particolari estratti per tisane bio, corroboranti, distensive e prive di eccitanti, ideali quindi per i più piccoli. Ma il progetto non è solo di tipo alimentare: l’azienda sta fornendo le foglie di bambù migliori a due realtà che si occupano di cosmesi naturale per ricavare un altro estratto ricco di proprietà antiossidanti e conservative, perfetto per creme idratanti, detergenti ma anche dentifrici e colluttori.

D: Come avete sviluppato il progetto nel corso del tempo in termini di ampliamento delle superfici agricole, di allargamento del portafoglio di prodotti, di aggiunta di funzioni e servizi, di allungamento della filiera;

R: Abbiamo scelto per il nuovo impianto un terreno pianeggiante e irriguo e abbiamo iniziato a sperimentare la coltivazione di diverse qualità di bambù, ognuna con le sua particolarità in merito alle proprietà organolettiche dei germogli e ai principi attivi delle foglie. Abbiamo anche sperimentato un estratto partendo dalla nostra produzione fogliare.

L'Essenza del Bambù in azione a Roddi

D: Caratteri dei mercati di sbocco della/delle produzione;

R: In Italia pochissime persone conoscono i benefici del bambù (è ricco di sali minerali e povero in grassi) per cui lo sbocco naturale della produzione è quello legato alla sfera dell’alimentazione salutistica e biologica. Ci siamo ritagliati un piccolo spazio in un mercato di nicchia.

D: Problematiche / risorse emerse nel corso dell’attività (organizzative, agronomiche, imprenditoriali, commerciali…. etc.)

R: La problematica maggiore è stata la difficoltà a “comunicare” i nostri prodotti, nonostante la pubblicità dei media seguita alla vittoria del premio Oscar Green. 2012. Inoltre, essendo un secondo lavoro per tutti e tre i soci, l’attività organizzativa ne ha risentito, per cui, ad oggi, abbiamo sospeso la commercializzazione dei nostri prodotti al dettaglio e ci siamo concentrati sulla vendita all’ingrosso delle foglie ad aziende di bio cosmesi europee.

L'essenza del bambù - oscar green-2012

D: Cosa significa “l’Essenza del Bambù” in termini di lavoro e occupazione?

R: L’Essenza del Bambù occupa part time i tre soci. Nonostante questo siamo gli unici fornitori europei di foglie certificate biologiche alle aziende che le richiedono

D: Sviluppate rapporti con altri attori del territorio e finalizzati a fare che cosa?

R: Nella prima fase, quella in cui producevamo germogli sottolio e tisane per il commercio al dettaglio, utilizzavamo laboratori alimentari per prepararci i nostri prodotti. Ora non abbiamo rapporti con alcuna figura del territorio.

D: Avete delle idee o dei progetti che state sviluppando? e se Si di cosa si tratta?

R: Il progetto a cui stiamo lavorando da tempo riguarda la creazione di un estratto di alta qualità che risponda alle richieste qualitative delle aziende europee con cui collaboriamo.

D: Cosa avete acquisito in termini di conoscenze dall’uso dei social network?

R: Direi poco in termini di acquisizione di conoscenza, ma molto in termini di comunicazione e di diffusione delle nostre attività.


Riferimenti

L’Essenza del Bambù

Azienda Agricola Moso di Thomas Froese

Associazione italiana bambù

 

 

 

 

 

 

Annunci