Valentina Mutti

Le distruzioni locali dell’ambiente hanno delle gravi  conseguenze sull’equilibrio dell’ecosistema globale, spiegano gli autori di questo incontro. Che propongono di rifondere il diritto ambientale internazionale su modello del diritto penale internazionale.

I Verdi mondiali formano un partenariato internazionale fra movimenti politici verdi, che lavorano insieme per la messa in opera della Carta dei Verdi mondiali. I firmatari di questo incontro ne fanno parte. Si tratta di Benjamin Bibas e Marie Toussaint (Europe Ecologie des Verts, Francia), Sylvio Michel (Verts fraternels de Maurice), Michael Kellner e Thomas Kunstler (Bundnis 90 / Die Grunen, Germania), Tiina Rosberg (Vihreat – De Grona, Finlandia), Mikel Rodriguez (Equo, Spagna).

Nel luglio 2010,  la Corte Penale Internazionale (CPI) ha lanciato un mandato di cattura contro Omar-el-Béchir, presidente del Sudan, per tre accuse di genocidio, ivi compreso “per sottomissione intenzionale (….) a condizioni di esistenza provocandone la distruzione fisica”, fra cui l’avvelenamento delle fonti e delle pompe…

View original post 890 altre parole

Annunci