A dispetto di quel che si può pensare, non sempre le denominazioni di origine protetta fanno l’unanimità, e in Valtellina un caso su tutti ha fatto discutere per oltre 20 anni: la cosiddetta “Guerra del Bitto“.

Una guerra, come spesso è stata definita, che ha portato i produttori tradizionali a dover rinunciare al nome Bitto, per non rischiare sanzioni.

Dunque le DOP sono diventate il vero problema per mantenere e salvaguardare la storia dei territori, le produzioni identitarie e comunitarie?

Collegati al servizio del RSI – Radiotelevisione svizzera – Il servizio, pubblicato anche in veste di articolo intitolato “Disciplinari della discordia” è firmato da Dario Lanfranconi e Fabio Salmina

Disciplinari della discordia

oppure leggi l’articolo -intervista a Paolo Ciapparelli sul Blog di Punto.Ponte

Storico Ribelle: comunità di pratica, storia locale, economia territoriale